Gruppo psicoterapeutico per anziani

11:32 22 Novembre in Blog
0 Comments

È nel giugno 2015 che l’Associazione Chirone ha organizzato il Convegno dal titolo: “Dare vita agli anni si può’!” che si è tenuto a Villa Pacchiani a Santa Croce sull’Arno.

Fondamentale, tra i contributi ottenuti per l’organizzazione, quello ricevuto dalla Fondazione CRSM. È proprio in quella occasione che è partita, anche sulla scia dei dati forniti dall’intervento di psicogeriatria, l’iniziativa di intraprendere un gruppo di psicoterapia rivolto a pazienti con età maggiore di 65 anni. È in questa fascia di età infatti, sempre facendo riferimento all’intervento del convegno, che sembrano essere concentrate molteplici perdite – reali o simboliche- in più ambiti esperienziali, che finiscono per costruire uno stereotipo negativo della vecchiaia, contraddistinta da decadimento psico-fisico e dalla riduzione delle capacità di adattamento a nuove situazioni di vita.

Purtuttavia nell’età geriatrica possono rintracciarsi nuovi apprendimenti e possibilità evolutive: difatti i pazienti anziani dispongono di più tempo per pensare sostenendo un carico minore di impegni lavorativi e quotidiani. Il problema della depressione negli anziani spesso è sottovalutato e non sufficientemente diagnosticato (anche perché considerato una parte del normale processo di invecchiamento), pur trattandosi di una questione molto importante sia per il paziente stesso, sia per le relative famiglie. Nei casi più lievi, può essere attuato con buoni risultati un programma di psicoterapia di gruppo, tale da poter essere svolto agevolmente e a costi contenuti sia nelle strutture sanitarie pubbliche che private.

Attraverso un lavoro di gruppo psicoterapeutico, la risonanza di pensieri depressivi viene ridotta grazie alle strategie metacognitive di decentramento (favorendo la comprensione emotiva attraverso il processo di “mettersi al posto dell’altro”), e di “mindfulness” (attenzione consapevole, intenzionale e non giudicante alla propria esperienza nel momento in cui viene vissuta).

Questo tipo di percorso facilita l’uscita dall’isolamento cognitivo ed affettivo, ricostruendo pian piano una trama di emozioni positive, centrate sul qui-e-ora e sulla ristrutturazione in positivo della visione di , del mondo e del futuro.
Le capacità cognitive, comportamentali ed emotive dell’anziano sono così riattivate ed ampliate, con una riduzione significativa delle rimuginazioni associate alla depressione geriatrica.

Su questa scia di conoscenze la nostra Associazione ha portato avanti, in via del tutto sperimentale, la creazione di un gruppo psicoterapeutico per anziani e su questo progetto si è inserito un importante contributo a fini sociali della Fondazione CRSM, permettendone la concreta realizzazione.

Il gruppo, partito a giugno, ospitato nei locali della Pubblica Assistenza di Santa Croce, ha avuto cadenza settimanale fino al mese corrente; continuerà d’ora in poi con cadenza quindicinale e poi con incontri mensili.

Commenti

commenti

No Comments

Post A Comment